22
Maggio
2018
|
17:10
Europe/Amsterdam

The Indoor Generation è già virale

In pochi giorni la campagna di sensibilizzazione ha raggiunto quasi 45 milioni di utenti in tutto il mondo

VELUX_TIG_ArticleImage_300+Copy+4

Siamo una generazione indoor, che trascorre il 90 per cento del tempo in spazi chiusi, circa 22 ore al giorno. E lo facciamo in modo inconsapevole, perché la nostra percezione è ben diversa. Eppure, molto spesso, viviamo in ambienti sigillati, illuminati male e poco areati, in altre parole dannosi per la nostra salute.

Partendo da questa realtà, VELUX, brand che ambisce da sempre a migliorare le condizioni abitative e lavorative delle persone, ha dato il via il 15 maggio scorso a una attività internazionale di sensibilizzazione. Cuore della campagna il cortome-traggio “Indoor Generation”, film prodotto in collaborazione con l'agenzia creativa & Co. diretto dal pluripremiato cineasta Martin de Thurah.

Voce narrante è quella di una bambina, che ci accompagna in un viaggio alla scoperta di una generazione sempre più lontana dalla natura, che vive in edifici bui e chiusi, caratterizzati spesso da alti livelli di umidità, batteri e agenti inquinanti. Ambienti dove c'è tutto quello che desideriamo, salvo ciò che ci farebbe stare meglio. E quindi, lentamente ma progressivamente, iniziamo a stare male.

Il film illustra i rischi correlati al vivere in una casa malsana, buia e poco areata, caratteristiche che espongono chi abita quegli ambienti a gravi rischi per la salute. Con circa 600.000 condivisioni e 44,5 milioni di visualizzazioni, il video di tre minuti ha aperto gli occhi a molte persone, creando fin da subito un ampio dibattito sui social media, con centinaia di migliaia di utenti del web che stanno discutendo dei rischi per la salute causati dal trascorrere il 90% delle loro vite in spazi chiusi.

Aprire un dibattito nell'opinione pubblica era ciò che speravamo di ottenere, sensibilizzare e soprattutto rendere consapevoli noi tutti di ciò che siamo diventati e dei rischi che quotidianamente corriamo dal momento che passiamo quasi tutta la giornata in spazi chiusi. Ma, come racconta la giovane narratrice, protagonista del film il finale di questa storia deve ancora essere scritto e sta a noi decidere quale sarà.
Marco Cordioli, responsabile marketing di VELUX Italia
Scopri di più